Giu 25

Cantabria, tra mare, montagna e tanta storia

Ascolta con webReader



di Annamaria Villafrate – Scogliere su cui si infrangono onde spumeggianti, porticcioli di pescatori, spiagge selvagge, dolci colline e opere architettoniche mozzafiato. Questa è la Cantabria, regione settentrionale della Spagna, famosa anche per i suoi pellegrinaggi, per gli orsi bruni cantabrici e il suoi deliziosi piatti tipici a base di pesce, sulla costa e di ottima carne, nella parte interna. Una meta in grado di soddisfare ogni genere di turista, dall’avventuroso a quello più pigro, dall’amante della cultura all’appassionato di paesaggi mozzafiato da contemplare. Tante le esperienze da vivere in Cantabria.
 
Chi decide di visitare per la prima volta la splendida Cantabria, non può esimersi da visitarne la capitale Santander, una vera e propria metropoli, ricchissima di ristoranti, attrattive culturali, negozi e splendide spiagge in cui concedersi momenti di puro relax. Non perdetevi la romantica passeggiata lungo Paseo de Pereda, ricca di edifici storici rappresentativi degli stili architettonici più importanti degli ultimi tre secoli.
 
 
Gli appassionati di surf potranno dedicarsi al loro sport preferito nelle meravigliose spiagge dorate “Playas de Langre.”Spostandosi di poco più di 40 chilometri dalla capitale è possibile raggiungere anche la splendida località balneare di Laredo, attraversata dalla suggestivaPuebla Veja.
 
I camminatori più esperti …
Vai alla fonte



Nov 26

Messico: un viaggio nell’anima

Ascolta con webReader



di Gabriella Lax – Il viaggio nel Messico classico, da Città del Messico, attraversando Chiapas e Yucatan, offre una varietà di paesaggi e luoghi, discontinui e differenti, ma tutti allo stesso tempo affascinanti. Una miscela destinata a rimanere nell’anima del viaggiatore.
 
Città del Messico. Moderna e all’avanguardia, con i suoi grattacieli, la capitale è una città cosmopolita moderna che poggia sulle vestigia di misteriosi e antichi fasti.
Il museo nazionale di antropologia è una tappa fondamentale per conoscere la storia del paese e delle antiche civiltà che lo hanno animato. La struttura possiede la più straordinaria collezione di reperti e di opere d’arte della civiltà precolombiana. Fiore all’occhiello, nella cosiddetta sala Mexica, è la pietra del Sole azteca, il gigantesco calendario in pietra che pesa 24 tonnellate, una delle opere più fotografate al mondo, insieme alla riproduzione della tomba di Pakal. La collezione del museo è veramente enorme e spazia nella storia di migliaia di anni, converrà decidere quali sono le culture antiche sulle quali concentrarsi. 
In giro per Città del Messico, vicino all’università, c’è piazza delle Tre Culture, luogo religioso e deputato ai sacrifici nell’antichità, sopra al quale fu poi costruita una chiesa, semidistrutta dal terremoto del 1986 e in cui, il 2 …
Vai alla fonte



Ott 20

Ottobre in Toscana

Ascolta con webReader



 
 
La Toscana, con i colori e i profumi di ottobre vi farà trascorrere dei bellissimi week end fuori porta, tra arte, cibo, vino e magnifiche manifestazioni storiche.
 
Di Annamaria Villafrate: invece di trascorrere i prossimi week end a dormicchiare sul divano, organizzate un breve week end in Toscana. A ottobre i borghi e le città di questa regione, si tingono dei colori dell’autunno. Vicoli storici e sentieri profumano dei prodotti della terra. Trascorrerete il vostro tempo a passeggiare, degustare ottimi piatti e visitare luoghi che trasudano arte e storia. Questi i suggerimenti pensati per voi.
 
A Corazzano, in provincia di Pisa, durante il primo fine settimana di ottobre c’è la Fiera mercato internazionale del Tartufo bianco, dove potrete acquistare, ma anche assaggiare uno dei prodotti più rinomati e conosciuti della gastronomia pisana.
 
A Camigliano, frazione di Montalcino, in provincia di Siena, invece, nello stesso week end c’è il Tito della Druzzola e la Sagra del Galletto. Il gioco del 1600 vede vincitore chi riesce a lanciare più lontano un disco di legno bordato di ferro. Dopo tanta fatica per rifocillarsi c’è il pollo arrosto, accompagnato, neanche a dirlo, da un buon bicchiere di Montalcino.
 
A Balconevisi, sempre in provincia di Pisa, il secondo week end di ottobre è animato dal Palio Papero, un evento nato per caso 35 anni fa, che ancora …
Vai alla fonte



Ott 20

Ottobre in Toscana

Ascolta con webReader



di Annamaria Villafrate – Invece di trascorrere i prossimi week end a dormicchiare sul divano, organizzate un breve week end in Toscana. A ottobre i borghi e le città di questa regione, si tingono dei colori dell’autunno. Vicoli storici e sentieri profumano dei prodotti della terra. Trascorrerete il vostro tempo a passeggiare, degustare ottimi piatti e visitare luoghi che trasudano arte e storia. Questi i suggerimenti pensati per voi.
 
A Corazzano, in provincia di Pisa, durante il primo fine settimana di ottobre c’è la Fiera mercato internazionale del Tartufo bianco, dove potrete acquistare, ma anche assaggiare uno dei prodotti più rinomati e conosciuti della gastronomia pisana.
 
A Camigliano, frazione di Montalcino, in provincia di Siena, invece, nello stesso week end c’è il Tito della Druzzola e la Sagra del Galletto. Il gioco del 1600 vede vincitore chi riesce a lanciare più lontano un disco di legno bordato di ferro. Dopo tanta fatica per rifocillarsi c’è il pollo arrosto, accompagnato, neanche a dirlo, da un buon bicchiere di Montalcino.
 
A Balconevisi, sempre in provincia di Pisa, il secondo week end di ottobre è animato dal Palio Papero, un evento nato per caso 35 anni fa, che ancora diverte cittadini e visitatori. Tanto buon cibo per rendere ancora più piacevole questa insolita gara.
 
In Grafagnana (provincia di Lucca), nel Comune di Molazzanae precisamente …
Vai alla fonte



Set 14

Salone nautico di Genova: non solo per addetti ai lavori

Ascolta con webReader



di Annamaria Villafrate – Ogni anno il Salone nautico di Genova si rinnova e, come sempre, riesce a offrire ai suoi ospiti tante emozioni. Molti sono convinti che si tratti di un’esposizione dedicata solo a chi lavora nel settore. In realtà questo appuntamento annuale, che quest’anno inizia il 20 settembre e termina il 25, è davvero per tutti. Non solo imbarcazioni di lusso per sognare un mondo lontano dalla quotidianità dei comuni mortali, ma anche tanti eventi culturali collegati, che animano l’intera città. Quest’anno poi, dopo la recente tragedia Genova ha ancora più bisogno di calore. Genova è molto di più di un ponte crollato, è voglia di ripartire e di mostrare ai suoi ospiti tutta la bellezza della produzione nautica, e non solo.
 
Tanti buoni motivi per visitare il Salone nautico di Genova
58 anni e non sentirli! Un evento che ha già la sua età, ma che non stanca e non annoia mai. Chi ha vissuto questa esperienza e torna ogni volta lo sa bene. Questo perché dietro a questa mega esposizione, che tutti gli anni attira gli appassionati del mare, c’è un’organizzazione e un’attenzione ai dettagli davvero spettacolare. E’ riduttivo considerare il Salone di Genova una “fiera espositiva”, d’imbarcazioni mozzafiato da “guardare”. 
 
Chi visiterà il Salone infatti avrà la possibilità di toccare con mano, provare le barche, praticare …
Vai alla fonte