Zoomarine e la stagione 2012 del parco acquatico

Ascolta con webReader

 

Una stagione dedicata alle famiglie ma non solo e sicuramente ricca di tante proposte per un divertimento assoluto. Al parco acquatico di Torvaianica, che tutti conosciamo con il nome di Zoomarine le possibilità di trascorrere una giornata diversa dalle altre non mancano, tanto che è considerato tra i migliori in Europa. A pochi chilometri da Roma, è frequentatissimo in particolare per lo spettacolo dei delfini, ma anche per lo show con i leoni marini e le foche, per la presenza di uccelli tropicali e rapaci e una acquapark da 5.000 posti. Per chi proprio non si accontenta ci sono pure il cinema in 4D, le giostre e le montagne russe.

La stagione è partita il 31 marzo e riguarda  la Laguna dei pirati, una vera e propria battaglia navale con dodici barche da quattro persone, con tanto di cannoni pronti a mille sfide. Il cinema  4D con la proiezione del film The Curse of Skull Rock”,  il Galeone dei Tuffatori con un nuovo spettacolo e spazi commerciali destinati alla ristorazione.

 

Zoomarine, in collaborazione con il Bioparco di Roma, uno dei più antichi Giardini Zoologici d’Europa, ha avviato il “Giardino della Conservazione”, progetto rivolto alla sensibilizzazione dei visitatori su vari temi. In primo luogo c’è la conservazione della biodiversità. Da questo mese, ancora, è possibile ricevere una riduzione del 30% sul valore del biglietto d’ingresso al Parco Zoomarine, presentando un biglietto del Bioparco, e la stessa agevolazione sarà riconosciuta all’ingresso del Bioparco. C’è infine la “Terapia Assistita” progetto rivolto a soggetti con Disturbo Generalizzato dello Sviluppo, nello specifico “Autismo”. La stagione che prevede una chiusura il prossimo 14 ottobre, prevede da quest’anno la presenza del tour Operator Zoomarine tour con proposte di viaggio intese a portare i turisti a scoprire il meglio di Roma e dintorni  con pacchetti wellness, culturali e sportivi. Info su:  www.zoomarine.it.

 

Vai alla Fonte dell’Articolo

Be Sociable, Share!
Questo articolo è stato pubblicato in News da . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *